fbpx

Il 2020 è arrivato e queste feste passate sembrano aver portato bene a molti di voi (Congratulazioni!): se è anche il vostro caso, allora questo articolo su come pianificare un matrimonio potrà esservi molto utile.

Come pianificare un matrimonio

Organizzare un matrimonio non è una cosa semplice ma, con un po’ di sana pianificazione arriverete al grande giorno in tutta serenità.

Vediamo insieme come pianificare il matrimonio (spoiler: bastano solo due cose!)

Lo sappiamo, starete pensando che ci sono ben più di due cose da tenere a mente. E’ vero, ma le due cose di cui subito vi parleremo, dopo un po’ di fatica iniziale, vi permetteranno di svuotare la mente su carta e di tenere tutto sotto controllo.

Di cosa stiamo parlando?

1. il calendario

Come pianificare un matrimonio: il calendario
Come pianificare un matrimonio: il calendario

Partite dalle basi. Sicuramente avrete fissato la fatidica data del “Sì”: ecco, fate quello che in gergo si chiama “retro-planning” e fate il conto dei mesi e delle settimane che vi separano dal vostro matrimonio. In questo modo avrete una visione generale e capirete davvero di quanto tempo disponete per la vostra organizzazione.

Da qui potrete cominciare a darvi dei compiti mensili, ad esempio cominciare a visitare la location del ricevimento (ed eventualmente scegliere il catering), scegliere dove celebrare il rito e assicurarvi che il fotografo che vi piace sia disponibile.

Se avete solo una vaga idea delle cose da fare per il matrimonio, niente paura…in fondo è la prima volta che vi sposate! Siate indulgenti con voi stessi e non fatevi prendere dal panico: abbiamo preparato per voi una checklist per guidarvi.

Per riceverla basta scrivere un’email a info@lepetitoweddings.com o seguirci su Facebook mercoledì 15/01/2020…

Un consiglio: spesso gestire un calendario non è affatto semplice, ma sforzatevi di trovare il modo a voi più congeniale, proprio con l’obiettivo di “svuotare” la mente. Che sia con un’agenda, usando un’app, scrivendo sul calendario appeso in ufficio o su una lavagnetta in cucina, tenere traccia delle attività e delle scadenze, vi permetterà di non perdere pezzi, di diluire al meglio i pagamenti e, sì, soprattutto di non farvi sentire sopraffatti e stressati quando comincerete davvero ad avvicinarvi alla vostra data.

Se avete due metodi di gestione degli appuntamenti diversi, trovate il modo di integrarli: ad esempio, nella nostra coppia, c’è chi gestisce tutto su carta e chi tutto tramite app. Ogni weekend, però, facciamo un check degli impegni e li inseriamo in un Google Calendar condiviso (quest’idea l’abbiamo rubata qui ), in modo da sapere sempre cosa c’è da fare, quando e dove nella/e settimana/e successiva/e. Senza eccessivi fuoriprogramma.

Certo, all’inizio sarà difficile gestire una programmazione settimanale, ma un ulteriore aiuto nella pianificazione di un matrimonio arriva dal prossimo punto fondamentale…

2. il budget

Come pianificare un matrimonio: il budget
Come pianificare un matrimonio: il budget

Il budget è quello strumento che vi permetterà di andare più a fondo nella vostra pianificazione e che vi aiuterà a tenere i conti (ma anche le scadenze) sotto controllo: provare per credere.

Per prima cosa, scrivete su carta il vostro limite, ovvero la cifra che assolutamente non potete (o non volete) superare. Fatto? Adesso scrivete i servizi fondamentali che vorreste per il vostro matrimonio, quelli senza cui non potreste pensare di sposarvi. Ah, se ci riuscite, metteteli anche in ordine di importanza: vi aiuterà,in un secondo momento, a capire in che modo destinare al meglio le vostre risorse.

Dopodiché, cominciate a richiedere preventivi: sono il mezzo migliore per capire davvero quanto costano i servizi. Via via che fermate i vostri fornitori, aggiornate il vostro budget e vedrete che, contestualmente, potrete aggiornare anche il vostro calendario, arrivando ad una pianificazione settimanale e, poi, man mano che vi avvicinate alla data, giornaliera.

Un consiglio? Attenzione a non finire subito tutto il budget. E’ vero che vi abbiamo fatto scrivere i servizi fondamentali e che a quelli dovrete dare la priorità, ma è vero anche che una percentuale di rimanenza vi permetterà di gestire servizi che inizialmente non avevate nemmeno idea che esistessero (e magari vi servono davvero… come il wedding coordinator) o che semplicemente scoprite di desiderare.

Un altra cosa fondamentale quando pianificate il vostro budget è lasciare una “quota di emergenza”, per non ritrovarsi a fare i conti con spese impreviste e necessarie, andando fuori limite.

Siete pronti a pianificare? Se avete dubbi o domande scriveteci nei commenti 🙂

SHARE
COMMENTS

[…] è sempre uno dei punti fondamentali e, sicuramente, una decisione da affrontare nelle prime fasi organizzative (se temporeggiate, infatti, il rischio di trovare la location già occupata sarà alto). Inoltre, […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll up
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: