fbpx

Quanto ci conoscete come wedding planners? Ecco le 10 domande che TUTTI (clienti e fornitori), prima o poi ci fanno…

Domanda n°1: siete sposati?

Questa è la prima delle 10 domande e la risposta è…Non ancora 🙂

Quando abbiamo iniziato questa professione, abbiamo messo questo sogno nel cassetto per un po’ (ce lo siamo letteralmente “legati” al dito!) e deciso di dare priorità a costruire la nostra attività, il grande giorno dei nostri sposi e a concentrarci sulla loro felicità. Sicuramente, quando arriverà il momento, non mancheremo di farvelo sapere 🙂

le 10 domande che ci fate più spesso: siete sposati?

Domanda 2: da quanti anni siete wedding planner?

Abbiamo cominciato a sognare Le Petit O nell’ottobre 2017. A dicembre 2017 poi il nostro primo sito è andato online ed è ufficialmente cominciata la nostra avventura.

Domanda 3: qual è la richiesta più strana che vi hanno fatto?

Ogni coppia è diversa: ha sogni, bisogni e aspettative diverse, ma noi non giudichiamo mai, anche perchè dietro “le richieste strane” si nascondono le storie più belle. Un esempio? Una nostra coppia ci ha commissionato un matrimonio “tutto giallo”, che potrebbe sembrare una richiesta curiosa. Il motivo? Lo sposo ha una forma di daltonia che gli fa apprezzare chiaramente solo il giallo e le sue sfumature… Che ve lo diciamo a fare: abbiamo amato questa coppia dal primo incontro.

le 10 domande che ci fate più spesso: qual è stata la richiesta più strana?

Domanda 4: è vero che sono le spose quelle più “sul pezzo”?

Questo è…assolutamente falso! Abbiamo avuto matrimoni in cui era lo sposo quello più coinvolto ed attento a controllare i più minimi dettagli!

Domanda 5: ci sarete il giorno del nostro matrimonio?

Certo che sì! Vi avremo accompagnati fino a quel giorno, non vi lasceremo mica…all’altare! Anzi, solitamente siamo i primi ad arrivare e gli ultimi ad andarcene e facciamo quello che fareste voi, con lo stesso trasporto. Siamo quelli che controllano che tutto sia esattamente come ve lo siete immaginato e che tutto fili senza il minimo intoppo.

Domanda 6: avete mai avuto delle situazioni di emergenza?

Sì, fa parte del gioco, almeno quanto avere la prontezza di riflessi di pensare alla soluzione. In un matrimonio ci è capitato un DJ con una colica renale e, più recentemente, una chiesa chiusa perché il parroco si era dimenticato di aprirla ed era ad un pranzo con il telefono silenzioso. Nel primo caso, abbiamo portato al pronto soccorso il DJ e chiamato in contemporanea un sostituto; nel secondo abbiamo chiamato fino allo sfinimento: chiesa aperta all’ultimo e addobbata insieme alla fiorista nel tempo record di 25 minuti.

Domanda 7: com’è lavorare con le coppie straniere?

In parte uguale, in parte diverso. I desideri, le speranze e anche le preoccupazioni sono le stesse, ma c’è una sorta di maggiore familiarità con la professione del wedding planner: all’estero il nostro lavoro è diventato “normale” ben prima che in Italia e chi viene da fuori sa meglio cosa richiedere e cosa aspettarsi da noi come professionisti. Inoltre, specie se la distanza è tanta, c’è una maggiore attitudine a fidarsi e a delegare le decisioni, anche quelle importanti.

le 10 domande che ci fate più spesso: com'è lavorare con le coppie straniere?

Domanda 8: come vi trovano gli sposi?

Dipende dagli sposi! Per alcuni la ricerca comincia su piattaforme come Matrimonio.com e prosegue sul sito. Alcuni ci hanno conosciuto sui blog di settore, altri ci conoscono attraverso Facebook ed Instagram. Il canale che preferiamo noi? Ovviamente il passaparola: sapere che una coppia di sposi è stata talmente felice da consigliarci ad amici e parenti ci riempie di orgoglio!

Domanda 9: avete un team fisso?

No, e ne andiamo fieri. Una parte importante del nostro lavoro è letteralmente quello di accoppiare gli sposi con i fornitori giusti: per carattere, per offerta, per stile e sì, anche per budget. Siamo sempre aperti alle nuove collaborazioni ma, ovviamente, abbiamo dei partner “preferiti”, quelli che nel tempo ci hanno dimostrato le proprie qualità (sia professionali che personali!), il giusto spirito di squadra e una vera attitudine a lavorare per lo stesso obiettivo: la vostra felicità.

Domanda 10: qual è stato il vostro matrimonio preferito?

Siamo un po’ come genitori, non abbiamo dei matrimoni preferiti 🙂 Abbiamo dei momenti perfetti, che portiamo nel cuore, assieme ai sorrisi di ciascuno dei nostri sposi…

Che ne dite di queste 10 domande? Abbiamo soddisfatto la vostra curiosità? Se ne avete altre, scrivetecelo nei commenti o mandateci un’email a info@lepetitoweddings.com… Saremo felici di rispondervi!

SHARE
COMMENTS

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll up
it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: